Via S.Dionigi, 36 - 20139 MILANO
Tel. +39 02 5391391
Fax +39 02 5398336

Erasmus+

Gemellaggio e scambio di buone pratiche tra scuole superiori in Europa

In collaborazione con la Rete delle Scuole per l’Internazionalizzazione (con capofila l’Istituto Banfi di Vimercate) il nostro Istituto ha partecipato alla selezione Erasmus+ Partenariati strategici nel settore Istruzione Scolastica per lo scambio di buone pratiche (chiamati anche KEY ACTION 2 oppure KA2).

Il nostro progetto “Salus per Acceptionem”, ideato e coordinato dal Prof.Antonio Risoluto, docente dell’IIS Leonardo da Vinci di Carate Brianza, ha superato la fase di valutazione con il punteggio di 92/100.
Il progetto avrà una durata biennale (2016-2018) e coinvolgerà 6 scuole di 4 nazioni: Spagna – Germania – Austria – Italia. Nel dettaglio:

  • ITSOS ALBE STEINER – Milano
    Coordinatore: Greta Serena Calvi
  • IES SON PACS - Palma de Malorca - Spagna
    Coordinatore: Maria Cloquell Ferretjans  
  • IES PEREZ COMENDADOR - Plasencia – Spagna
    Coordinatore: Jose Luis Munoz Bejarano
  • PRIVATGYMNASIUM DER HERZ JESU MISSIONARE - Salisburgo - Austria
    Coordinatore: Angelique Strgar
  • EVANGELISCHE SCHULE BERLIN ZENTRUM - Berlino – Germania
    Coordinatore: Marta Mysik
  • IIS LEONARDO DA VINCI - Carate Brianza - Italia
    Coordinatore: Antonio Risoluto

Progetto Erasmus: Primo incontro con la scuola gemellata di Palma di Maiorca (8-13 ottobre 2016)

I partner coinvolti sono istituti di istruzione secondaria che partecipano a progetti con loro produzioni video.
Il progetto prevede una serie di azioni sia a distanza che in presenza, da parte dei docenti appartenenti al team di progetto e di alcuni studenti .
Le finalità del progetto “Salus per Acceptionem” riguardano lo sviluppo della cultura dell’inclusione nelle pratiche didattiche e la promozione della cultura europea.
Tale idea nasce in un momento storico particolare per l’Europa, che deve affrontare la grande sfida dell’immigrazione e comprendere le motivazioni dell’euroscetticismo e dell’antieuropeismo, senza rinunciare a riproporre la propria identità culturale, alla luce delle radici costituite dal suo passato.
La Media Education, l’ICT, lo sviluppo delle competenze di cittadinanza e gli approfondimenti storico-culturali dei singoli paesi e dell’Europa, sono cardini fondamentali sui quali poggia l’intero progetto.

Greta Serena Calvi
docente di lingua inglese
coordinatore del progetto

 


Articoli correlati: